Dipendenti pubblici e iscrizioni all'albo


DIPENDENTI PUBBLICI ISCRITTI AGLI ALBI
CONTRIBUTO ANNUALE A CARICO DELLA P.A.

Con sentenza della Cassazione n. 7776 del 16.04.2015 è stato ritenuto che l'Amministrazione deve rimborsare al proprio dipendente il contributo di iscrizione annuale all'Albo.

Leggi la Circolare del CNAPPC n.49 del 22.04.2015

Scarica la Sentenza della Cassazione n.7776 del 16.04.2015

Leggi la Circolare del CNAPPC n.98 del 23.07.2015

 

inserito il 03-09-15
CNAPPC - Premi architettura 2015

Sarà una giuria presieduta dall’architetto Stefano Boeri ad attribuire i tre Premi “Architetto Italiano 2015”, “Giovane talento dell’architettura italiana 2015”e “Raffaele Sirica 2015 - Start up giovani professionisti” che sono stati banditi dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori in occasione della terza edizione della “Festa dell’Architetto” che si è svolta quest’anno a Carrara.

Pur nella loro diversa articolazione, i tre Premi hanno l’obiettivo di valorizzare la cultura del progetto nella sua più elevata dimensione civile e professionale, promuovendo gli architetti e gli studi che svolgono in modo esemplare, dal punto di vista tecnico ma anche etico, la professione, rispondendo, così, ai bisogni delle comunità e testimoniando la funzione civile propria dell’architettura.

Vai al comunicato stampa

Vai ai bandi

inserito il 03-09-15
CNAPPC - Edilizia: il manifesto per il governo del territorio

Comunicato stampa

Progettare luoghi dove vivere e crescere, non periferie: spazi pubblici, edifici pubblici e privati, centri storici, ambiti di città consolidata sono tutte parti di un insieme metropolitano ed urbano che oggi ha bisogno di nuove visioni; valorizzare e non sprecare il suolo:
non c’è dubbio che, il consumo di suolo deve essere arginato, ma serve anche un uso intelligente dei suoli, urbanizzati e non. E, ancora, attivare la partecipazione dei cittadini al processo di pianificazione che sia concertato con spazi di confronto e di pubblico dibattito fin dalle fasi di preliminare indirizzo e progettazione del piano o del progetto: costruire, insomma, una comunità consapevole e capace di esprimere le proprie idee e necessità senza essere ideologica;recuperare, infine, la dimensione del progetto che è sempre propositiva, che lavora non per divieti o negazioni ma scegliendo la soluzione che appare come la più adeguata a risolvere il problema.

Sono questi i paradigmi della rigenerazione urbana e, di conseguenza, della tutela del paesaggio, della sostenibilità ambientale, della tutela dal rischio idrogeologico e sismico, che gli architetti italiani lanciano da Taranto come dichiarazione di responsabilità civica - un vero e proprio Manifesto - rispetto al governo del territorio.

“Vogliamo essere interlocutori privilegiati in queste tematiche non solo per la nostra competenza in materia ma anche perché ci assumiamo la responsabilità di essere parte attiva del processo di rigenerazione”.

Per il Consiglio nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e per la Conferenza Nazionale degli Ordini provinciali “serve, però, procedere a un necessario ed urgente sfoltimento normativo che consenta la semplificazione dei procedimenti nel quadro della semplificazione degli adempimenti e delle valutazioni. A partire da una nuova normativa Urbanistica che comprenda i principi della pianificazione, il governo delle tutele paesaggistiche, le azioni per le tutele idrogeologiche e sismiche e che governi la riduzione del consumo di suolo a vantaggio della rigenerazione della città con estrema attenzione alla salvaguardia delle attività agricole e dell’economia dello spazio rurale che va incentivato”.

Occorre insistere, quindi, nell’obiettivo della rivisitazione del Testo Unico dell’ edilizia che affronti con determinazione questa la semplificazione con una revisione complessiva del concetto di rendita che non più legato alla trasformazione di una zona agricola in area edificabile, ma che invece deve misurarsi sulla situazione dei servizi pubblici connessi all’intervento, sulla restituzione di qualità urbana e ambientale conseguente al recupero e su quanto già prodotto dall’ambito oggetto di intervento.

Ma tutto ciò non può avvenire senza affrontare il tema del rispetto delle norme che non può prescindere dall’affrontare il fenomeno dell’abusivismo edilizio, una delle principali cause del consumo, anzi, dello spreco di suolo. L'abusivismo edilizio e, in generale, il mancato rispetto delle leggi costituiscono una problematica importante e un costo sociale rilevante per il recupero e il ripristino dei luoghi.

Taranto, 10 luglio 2015

Scarica il manifesto

Scarica il Documento completo del tavolo di lavoro

inserito il 03-09-15
R.A.V.A. - Servizio on-demand materiali inerti

Con comunicazione prot. 81.00.00/2015/0006074 del 4 agosto 2015, gli uffici della struttura Attività estrattive e rifiuti dell'Assessorato regionale territorio e ambiente comunicano che è stato attivato il Servizio on-demand di pronto riscontro a quesiti relativi a materiali inerti.

Tutte le informazioni e modalità di richiesta chiarimenti sono rintarcciabili al link:

http://www.regione.vda.it/territorio/ambiente/rifiuti/inerti/quesiti_e_faq_i.aspx

inserito il 03-09-15
novarArchitettura 2.0.15

Si svolgerà dal 10 settembre al 4 ottobre 2015 la rassegna di architettura organizzata dall'OAPPC delle province di Novara e VCO.

Scarica il programma.

inserito il 03-09-15
Agenzia Entrate - settembre 2015

 Si allega comunicazione dell'Agenzia delle Entrate datata 18 agosto 2015, inerente:

inserito il 03-09-15
FEDERAZIONE - Consolidamento statico e sismico

Seminario tecnico
INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO STATICO E SISMICO DI
STRUTTURE ESISTENTI

Asti / Vercelli - 18 settembre 2015

La Federazione Interregionale degli ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori del Piemonte e della R.A. Valle d’Aosta ha organizzato, in collaborazione con la ditta SEICO COMPOSITI una mezza giornata di corso su “INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO STATICO E SISMICO DI STRUTTURE ESISTENTI”.
Il presente seminario tecnico si propone di fornire un supporto per la progettazione di interventi di consolidamento e ripristino di edifici esistenti non adeguati agli attuali standard prestazionali prescritti dalle vigenti Norme Tecniche, mediante l’utilizzo di materiali e dispositivi innovativi.

Scadenza iscrizioni 8 settembre 2015

Scarica il programma

Scarica il modulo di adesione

 

inserito il 03-09-15
FEDERAZIONE - Prevenzione rischi

Seminario
LA PREVENZIONE DEI RISCHI
ATTRAVERSO GLI STRUMENTI DELLA PIANIFICAZIONE

Caluso (TO) - 1° ottobre 2015

La Federazione Interregionale degli ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori del Piemonte e della R.A. Valle d’Aosta ha organizzato, in collaborazione con la ditta SEICO COMPOSITI una mezza giornata di corso su “LA PREVENZIONE DEI RISCHI ATTRAVERSO GLI STRUMENTI DELLA PIANIFICAZIONE”.

Scadenza iscrizioni 18 settembre 2015

Scarica il programma

Scarica il modulo di adesione

inserito il 03-09-15
Visita cantiere Testafochi - Nuova Università Valdostana

La Commissione Sicurezza dell'OAPPC, in collaborazione con la N.U.V. Nuova università Valdostana organizza per giovedì 17 settembre 2015, nell’ambito dell’aggiornamento professionale obbligatorio previsto per i Coordinatori della Sicurezza, tre ore di formazione nel cantiere della Nuova Università Valdostana (ex-caserma Testafochi).

Gli argomenti tratteranno l’evidenziazione di alcune particolari problematiche individuate in sede di progettazione e all’analisi dell’attuazione in cantiere del progetto della sicurezza.

Gruppo 1 - ritrovo ore 8,15 ingresso ex-caserma (via Monte Vodice, angolo Piazza della Repubblica)
Gruppo 2 - ritrovo ore 9,15 ingresso ex-caserma (via Monte Vodice, angolo Piazza della Repubblica)

Posti disponibili per ciascun gruppo: 25 - riservati agli architetti (abilitati al coordinamento sicurezza) iscritti all’OAPPC della Valle d’Aosta. 

Iscrizione obbligatoria entro il 13 settembre.

Scarica il programma

Procedi con l'iscrizione

LISTE DI ATTESA
Esauriti i 25 posti, il sistema informatico permette l'inserimento in una lista di attesa.
Coloro che si sono iscritti (e hanno ricevuto mail di conferma) e non possono esserci sono invitati a cancellarsi dall' evento. Coloro che sono in lista verranno automaticamente contattati e autorizzati ad accedere all' evento.
Coloro che sono stati inseriti in lista di attesa e non vengono chiamati avranno precedenza nei prossimi eventi di questo tipo (aggiornamento sicurezza con visita in cantiere).

inserito il 04-09-15